Pagine

Visualizzazioni totali

lunedì 9 ottobre 2017

Ternana, Sandro Pochesci «Dobbiamo essere fieri di averne fatti tre ai grigioverdi»


IL MESSAGGERO, I. Gh - Il tecnico Sandro Pochesci non nega il proprio rammarico per una vittoria sfumata quando sembrava che la Ternana avesse in pugno la gara. «Abbiamo giocato contro una squadra di categoria - spiega il tecnico - ed eravamo in controllo ma non abbiamo vinto. Purtroppo siamo rimasti in dieci e abbiamo sofferto sulla sinistra la Cremonese che aveva in campo quattro attaccanti. Ho dovuto far scivolare il centrocampista dietro correndo alcuni rischi. Sono però soddisfatto per la prestazione che abbiamo fatto, perché ho visto una Ternana giocare a visto aperto, contro un avversario che sia a livello di gioco che di individualità è tra le migliori che abbia mai visto. Però faccio i complimenti alla Ternana perché ha sempre tentato di fare la gara anche sul 3-1. Ho visto una Cremonese in grande difficoltà mentre noi abbiamo sprecato le occasioni per chiudere la gara prima. Se verso il finale Carretta in pallonetto con la difesa ferma segna il quarto gol la gara è chiusa. Abbiamo sbagliato il quarto gol e poi l’espulsione ha deciso il finale». Un giallo eccessivo? «Non parlo mai di arbitraggi e non giudico l’arbitro perché non penso che uno venga ad arbitrare male. Io riferisco solo che Tremolada, sulla punizione di seconda nell’area della Cremonese ha visto un tocco di mano della barriera. Non è una critica ma un dato di fatto perché da quel tocco di mano visto ai miei giocatori quasi nasce il quarto gol della Cremonese». Indubbiamente la Ternana ha giocato una grande gara a centrocampo, con un Defendi su ogni pallone. «Abbiamo il nostro modo di giocare, non abbiamo attaccanti per giocare palla lunga e quindi dobbiamo salire insieme con lo scambio stretto. Questo è un vantaggio perché lo facciamo bene ma è vero che lascio scoperta la difesa. Nei primi venti minuti la Cremonese ci ha atteso e noi abbiamo sprecato occasioni preziose, dopo i tre gol sembrava che potessimo controllare la gara». Un dispiacere anche per i tifosi. «Li ringrazio perché al ritorno si sono fatti 500 chilometri con molta delusione nel cuore. La Ternana con cinque minuti alla grande ha messo alle corde una delle migliori difese del campionato e dobbiamo essere contenti per aver fatto tre gol ai grigiorossi. E’ vero che ne ho presi anche tre, però di fronte al secondo gol firmato da Scappini uno può solo applaudire la bravura dell’avversario. Se oggi una squadra deve essere contenta quella è la Cremonese». Pochesci ha dovuti operare due cambi forzati. «In effetti Carretta doveva entrare nella ripresa per allargare la difesa, era questa la strategia. Tremolada aveva il compito di mettere palla alta su Carretta ed il primo gol è nato proprio così ma doveva essere una scelta della ripresa. Mi spiace perdere Montalto, unico giocatore d’area e non di manovra come Albadoro. Siamo una squadra che deve ripartire forte in questo modo e credo che sei fosse finita con qualsiasi altro risultato nessun avrebbe potuto dire nulla. Adesso tutti diranno che abbiamo una difesa colabrodo ma io la vedo diversamente». I. Gh

Nessun commento:

Posta un commento