Pagine

Visualizzazioni totali

sabato 23 settembre 2017

Bari-Ternana, ko su tutti i fronti. La consapevolezza è importante, ma ora calma e lavoro a testa bassa


E' Inutile girarci intorno. Non ha funzionato nulla. Si sapeva che l'approccio alla partita sarebbe stato molto importante. Quando affronti una squadra della caratura del Bari devi fare di tutto per non far acquisire loro certezze. E' importante un approccio di livello, così come quello che ha permesso al Venezia (team inferiore) di vincere al San Nicola. La Ternana ha sbagliato tutto, a tratti non è stata riconoscibile. Valjent ha passato una pessima partita ma non è il momento di gettare la croce sulle spalle di qualcuno. Bisogna lavorare a testa bassa per rialzarsi immediatamente.  Il livello medio della rosa della Ternana non è alto, di conseguenza per fare risultati c'e' bisogno di fame, di coesione, di gruppo e di dare il 200%. Avanti Fere, alla prossima.

LA CRONACA DELLA PARTITA. 
 Il Bari versione 'turnover' si rilancia verso le zone nobili di classifica centrando la 2/a vittoria consecutiva al San Nicola, superando per 3-0 davanti a 13mila spettatori una Ternana fragile in difesa e sprecona in avanti (Albadoro sbaglia un rigore a inizio ripresa). Il tecnico dei pugliesi Grosso presenta in avanti la coppia inedita Iocolano-Cissè (lasciando in panca Floro Flores, Galano e Nenè) ed è stato premiato soprattutto dalla buona prova della punta della Guinea, protagonista con una doppietta. La gara è stata subito in discesa per Basha e compagni, propositivi e dinamici: al 10' Cissè ha segnato recuperando una ingenua spazzata di Valjent; al 20' Improta ha raddoppiato (5/o centro stagionale) con un'azione personale partita da un errore di Valjent. Nella ripresa la Ternana ha avuto un avvio incoraggiante e Albadoro ha conquistato un rigore per una spinta di Capradossi: al 3' l'ex barese sul dischetto si è fatto ipnotizzare da Micai e ha calciato fuori. Il terzo centro per i pugliesi è arrivato all'11' della ripresa e porta la firma sempre di Cissè, dopo un 'uno-due' con Iocolano. Deludente la prova della Ternana di Poschesci, che ha poco impensierito la porta del Bari, cogliendo solo una traversa nel primo tempo con Defendi ed evitando un passivo molto più pesante grazie alle parate del portiere Plizzari. Il San Nicola alla fine della gara ha tributato un lungo applauso a Defendi, ex capitano biancorosso.



Nessun commento:

Posta un commento